Al WWDC keynote di San Francisco i miglioramenti si concentrano sugli iPod ma la stella più lucente è Steve Jobs, riapparso (molto magro) dopo un periodo di riposo per un trapianto di fegato, come ha svelato alla conferenza.

Steve Jobs

Steve Jobs

Dopo aver parlato di iTunes e iPhone OS 3.1, il leader di Apple ha mostrato in prima persona i miglioramenti a tutta la linea iPod, che dal 2001 hanno venduto 225 milioni di pezzi, iniziando dal modello Touch, già distribuito in 20 milioni.

La novità è la spinta sui videogiochi: Apple vuole accreditare iPod Touch come la migliore consolle portatile videoludica, confrontandolo con Sony PSP e Nintendo DS. In fondo iPod Touch può vantare il multi-touch, App store (ma anche gli altri hanno i negozi), la funzionalità iPod e giochi poco costosi. Su questo terreno il confronto è impietoso: 21.000 giochi per iPhone OS contro 3.700 per Nintendo DS e poco più di 600 per PSP (abche se alcuni giochi sono molto, molto banali…). E poi i prezzi scendono: ora iPod Touch da 8 GB costerà 199 $.

Ipod Classic subisce solo un ritocco della capacità da 120 GB a 160 GB per lo stesso prezzo. Ipod Shuffle invece riceve dei miglioramenti nel software e soprattutto una nuova livrea in 5 colori + special edition acciaio. Il prezzo parte da 59 $ per il modello da 2 GB.

Ma le novità più interessanti sono su iPod nano che è il lettore più venduto al mondo con 100 milioni di copie: oggi riceve in dotazione una videocamera sul retro per competere con le famose Flip e inviare video in un click ad YouTube. Ma la lista continua con uno brillante schermo da 2,2 pollici, la radio FM, la possibilità di registrare note audio, il contapassi per gli allenamenti e nuovi colori brillanti. Il prezzo parte da 149 $ per il modello da 8 GB.

La chiusura è sulla massima ecologicità degli iPod che sono senza sostanze tossiche e altamente riciclabili.

Apple insomma sembra avere voluto differenziare le sua macchine di punta per agganciare diversi mercati: iPod touch più “computer portatile” dedicato al gioco (sorprende l’assenza della videocamera) e alla navigazione web, mentre  iPod nano più “gadget” legato alla multimedialità “live”, strizzando un occhio ai blogger.

[Approfondimenti: engadget live, Gearlog]