La presentazione autunnale della Apple ha tradizionalmente visto gran parte delle modifiche dedicate agli iPod. Steva Jobs ha iniziato lo show ricordando che gli iPod venduti sono arrivati a ben 275 milioni.

Apple iPod shuffle

Apple iPod shuffle

Cominciamo con iPod Shuffle: tornano i pulsanti, la famosa ruota, a richiesta degli utenti: L’aspetto assomiglia a quello di due generazioni fa, mentre del vecchio modello conserva Genius e VoiceOver.  Shuffle con 2 GB di spazio sarà disponibile in 5 colori a 49 $.

Apple iPod nano

Apple iPod nano

iPod nano subisce la trasformazione più importante. Dalla forma allungata che ha (quasi) sempre avuto, ora il nano diventa un piccolo quadrato e perde la “weel” per ottenere un nuovo schermo multitouch. In sostanza diventa un mini-iPod touch con iOS ma senza la possibilità di installare applicazioni.

In aggiunta il nano ottiene la clip, mantiene VoiceOver, radio FM, pedometro. Sarà disponibile in 7 colori a 149 $ per il modello con 8 GB, 179 $ per il m odello con 16 GB.

Apple iPod touch

Apple iPod touch

iPod touch secondo Jobs è diventato il più popolare tra i modelli di iPod ma è anche la piattaforma di gioco più grande al mondo, con oltre il 50% del mercato, più di Nintendo e Sony messi insieme: sono state scaricate più di 1,5 miliardi di giochi e applicazsioni per il divertimento dallo store Apple.

Il nuovo touch è più sottile e riprende gran parte delle carattreistiche dall’iPhone 4: retina display, chip A4, giroscopio a 3 assi, FaceTime (la possibilità di effettuare videochiamate) attraverso il Wi-Fi con la camera frontale e possibilità di registrare video HD.

Il costo  va da 229 $ per la versione 8 GB, a 299 $ per quella 32 GB, fino a 399 $ per la versione 64 GB: tutte saranno in preordine dalla prossima settimana.

Apple TV

Apple TV

Jobs ha infine parlato di quello che ha chiamato il suo “hobby”, ammettendo che la versione precedente non ha dato i risultati sperati. Si trata di Apple TV, nata a settembre 2006.

Non è un grande successo ma chi ce l’ha lo usa molto: questi utenti vogliono avere contenuti professionali in HD, prezzi più bassi, non desiderano gestire computer, files, sincronizzazioni e pretendono un apparecchio piccolo e silenzioso.

La nuova Apple TV va proprio in questa direzione: grande 1/4 della vecchia, con porte HDMI e Ethernet oltre al Wi-Fi.

Permette di riprodurre film, tv e musica, tutta HD, a noleggio, così non c’è da scaricare file o da sincronizzare alcunchè, inoltre conserva la possibilità di mostrare slideshow di foto.

I contenuti costeranno 4,99 $ nel caso di film HD, 0,99 $ per i TV show HD, sempre  senza pubblicità.

Gli alleati di Apple si chiamamo ABC, Fox e Netflix, inoltre sarà possibile attingere a YouTube, Flickr, MobileMe, oltre alla riproduzione di musica, foto e video contenuti nel proprio PC.

Il costo sarà di 99 $ e sarà disponibile tra 4 settimane, i contenuti saranno distribuiti in 5 paesi, esclusa l’Italia per ora.

Le novità hardware sono notevoli (come quelle software): oltre alla più interessante gamma iPod c’è il rilancio di Apple TV, apparecchio che potrebbe benissimo essere incluso nelle nuove televisioni e che prefigura il perfetto ecosistema chiuso in cui tutti i dispositivi Apple possono dialogare tra loro all’interno di una casa o un ufficio, ma non possono fa entrare nemmeno un granello di polvere dall’esterno.

[Via: engadget]